Gruppo di studio e ricerca Firenze 2015 – Lettera del Presidente Dott.ssa Rosa Napoliello

Cari Colleghi Il 3-4 Ottobre si è tenuto presso l’Ospedale di Santa Maria Nuova a Firenze l’incontro annuale di approfondimento e ricerca clinica dell’AISPT. Come accennato dalle lettere di avviso avviate a tutti i Soci, il tema scelto l’anno precedente era volto a stimolare il confronto su problematiche legate a casi in cui il terapeuta riscontra difficoltà sia dal punto di vista teorico che terapeutico. Infatti il tema generico “ Casi difficili” era stato scelto proprio per permettere a ciascuno partecipante di far emergere dubbi ed incertezze legati a psicopatologie in cui meccanismi psicodinamici si intrecciano e si sovrappongono in modo da rendere difficile non solo una visione iniziale psicodinamica del paziente ma anche un progetto di trattamento con una analisi che contempli anche la Sandplay. Rispetto agli incontri degli ultimi anni, forse proprio perché il tema ha suscitato un profondo interesse, non solo il numero dei partecipanti è stato maggiore, ma anche le modalità del confronto si sono sviluppate in un dibattito particolarmente vivace, fatto in alcuni momenti di accesi contrasti sia nella interpretazione teorica che clinica, ma proprio per questo particolarmente intenso e profondo. L’apporto di tutti i colleghi, ciascuno con il proprio punto di vista, legato non solo alla esperienza professionale, ma anche a quella più intima e personale, ha permesso lo sviluppo di un pensiero   caleidoscopico , ma proprio per questo originale, sull’utilizzo e sulla utilità della Sandplay nei” casi difficili “. A tutti comunque è parso che si trattasse solo di un inizio, che il dibattito non fosse per niente concluso e che i punti su cui riflettere fossero ancora molti ,data la complessità dei casi portati. Si è pertanto deciso di continuare a lavorare sullo stesso tema anche per il prossimo anno. La Dr.ssa Paola Rocco a questo riguardo invierà a tutti i Soci una sintesi delle problematiche emerse e discusse in modo da tale da stimolare per il prossimo anno un più ampio confronto. Qualche parola e qualche personalissima riflessione ancora riguardo al luogo ed all’atmosfera suscitata dal luogo stesso. Ricordo i primi incontri a San Vito, luogo bellissimo, nel cuore delle colline toscane, cuore del nostro bel paese, dove lo stare insieme non aveva solo il significato di confrontare temi lavorativi, ma anche un occasione di incontri e conoscenze personali. Ricordo la dolorosa scelta di rinunciare a quel bel luogo e momento di incontro a fronte della necessità di rintracciare un luogo meno difficile da raggiungere e meno dispendioso, tale da facilitare l’incontro di   nuove e vecchie generazioni, visto che la profonda crisi economica si stava affacciando. Non nascondo il mio dispiacere di fronte a questo necessario cambiamento e tuttavia oggi devo dire che la scelta di Firenze non solo non ha tolto nulla, ma anzi ha aggiunto qualcosa alla qualità degli incontri. La dr.ssa Ezia Palma ha saputo scegliere per noi il meglio : l’ Ospedale di Santa Maria Nuova con la sua deliziosa sala affrescata ha raccolto ed accolto nella sua antichissima residenza di cura (il più antico Ospedale del mondo)i nostri dubbi, le nostre insicurezze , le nostre riflessioni, le nostre intuizioni , la meravigliosa terrazza della biblioteca delle Oblate con la visione della cupola del Duomo ha accolto il nostro bisogno di incontro e scambio in una atmosfera di gioiosa armonia e di bellezza . Perfino il menù nella sua semplicità , ma forse proprio per questo, è stato assaporato con gusto. Mi auguro che   Firenze con la sua storia e la sua bellezza possa nei prossimi anni ancora accogliere , sostenere e stimolare il nostro lavoro di riflessione e ricerca sull’importanza dell’utilizzo della Sandplay nella terapia analitica. Ringrazio tutti voi per la cortese attenzione. Il Presidente   Rosa Napoliello

Unisciti alla nostra Community

Iscriviti gratuitamente al forum AISPT

SEDE LEGALE
Via Melchiorre Gioia 41, 20124 Milano
P.IVA 96135700589
aispt.associazione@gmail.com
comitato-formazione@aispt.it
aispt@posta-pec.net
SITEMAP

CHI SIAMO

L’AISPT, espressione italiana della International Society for Sandplay Therapy ISST, si occupa di formazione, ricerca, condivisione di esperienze e conoscenze sulla psicologia con il metodo del Gioco della Sabbia, all’interno di una rete internazionale che facilita lo studio, la discussione specialistica e lo scambio tra i terapeuti. La Sandplay Therapy fornisce un linguaggio simbolico anche a chi non ha parole per esprimere il proprio malessere, consentendo di rappresentare il mondo interno così come si è costellato.

Registrati su AISPT

Scambia pareri con colleghi e professionisti all'interno dei nostri forum di discussione. Partecipare è semplice e gratuito, basta iscriversi.

Registrati gratuitamente